Come sarà il nuovo anno

Pubblicato il Pubblicato in Pagine di diario

Tre gennaio. Il nuovo anno è ancora agli inizi, perciò voglio raccontarvi come sarà il 2018 di flower-ed.

Tanta ricerca letteraria. Questa è la base di partenza di ogni nostra pubblicazione e gli studi per le novità sono ovviamente iniziati da tempo. I grandi autori classici sono una fonte inesauribile di scritti e spunti sempre nuovi e ci consentono di immergerci fra i libri polverosi per scoprire e studiare ogni volta aspetti diversi: come già in precedenza, ci dedicheremo ancora alla famiglia Brontë, a Jane Austen e a Lucy Maud Montgomery. Ma ospiteremo in casa flower-ed anche altre scrittrici dell’Ottocento, alcune già molto note e altre che vi faremo scoprire forse per la prima volta, delle quali non voglio ancora rivelare troppo.

Libri bellissimi. Questo è per me un momento di scelte importanti. Dopo sei anni dedicati alla scoperta di nuovi talenti nell’ambito della narrativa italiana, non pubblicherò più opere di autori esordienti. Lo avevo già anticipato nella newsletter di dicembre e ora colgo l’occasione per ricordare che la mia scelta non nasce dal disinteresse per le nuove voci; al contrario, ho lavorato con profonda dedizione per loro nel corso di tutti questi anni, pubblicando ben trenta titoli di narrativa contemporanea. Sento però che questo è il momento in cui devo concentrare tutte le mie energie verso gli altri generi che ho portato avanti al contempo: biografie, critica letteraria, classici della letteratura e gli splendidi diari letterari.

Come nasce un libro. Mi sono resa conto che la newsletter che invio mensilmente ai lettori non è sufficiente per raccontare tutto ciò che accade nella casa editrice: ne riporta i risultati, i libri pubblicati, gli eventi organizzati, ma manca secondo me qualcosa di fondamentale, ossia il momento creativo. Vorrei che i nostri lettori scoprissero come nascono i libri di flower-ed e conoscessero il sogno che si trova dietro ognuno di essi. Mi impegnerò per rendere le nostre pagine di Instagram, di Facebook e del blog più ricche di informazioni interessanti e utili sul nostro mondo magico.

Incontri e passeggiate letterarie. Il ciclo che ci ha portato a esplorare la Roma degli Inglesi è stato meraviglioso. Tra settembre e dicembre, abbiamo visitato la casa di Keats e Shelley e il Cimitero acattolico di Roma, abbiamo percorso le sale del Museo degli strumenti musicali e camminato sui passi di Charles Dickens. Con l’arrivo della primavera torneremo a esplorare Roma insieme ai nostri lettori, celebrando due eventi importanti, questa volta tutti italiani: gli ottanta anni dalla morte di Gabriele d’Annunzio e il Natale di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *